Bloc Farm, Riconoscere per prendersi cura: tre giornate di cammino e riflessione

Bloc Farm, Riconoscere per prendersi cura: tre giornate di cammino e riflessione

Si è concluso lunedì 1° novembre il primo laboratorio del progetto Bloc Farm. Officine per idee impertinenti, l’iniziativa promossa dal Comune di Castelnuovo Cilento insieme all’Associazione culturale Faro, finanziata nell’ambito del bando ANCI “Fermenti in Comune” e cofinanziata dalla Presidenza del Dipartimento per le Politiche Giovanili , che ha l’obiettivo di coinvolgere le nuove generazioni residenti nei Comuni cilentani affinché tornino a prendersi cura del proprio territorio, creando reti di azioni e innestando progettualità a lungo termine.

Tre giornate all’insegna della condivisione e della riflessione, che ha coinvolto non solo i 13 giovani Under 35 protagonisti del progetto, ma anche tutti gli organizzatori e i loro partner in un laboratorio di co-progettazione alla riscoperta del territorio cilentano attraverso il borgo di Castelnuovo Cilento, il monastero della Badia di Pattano e il Sentiero del Monte Sacro. 

Con la collaborazione dell’Associazione Va’ Sentiero, nella prima giornata, sabato 30 ottobre, si è svolto un trekking urbano presso Castelnuovo CIlento. Ai 13 partecipanti, suddivisi in gruppi, è stata lanciata la sfida di scoprire il borgo raccogliendo informazioni dai suoi abitanti attraverso interviste, chiacchiere e pranzi condivisi che gli hanno permesso di capire meglio il legame tra la comunità e il territorio immersi nei profumi e nei sapori della tradizione.

Domenica 31 ottobre ha invece avuto luogo un’esperienza di trekking ispirazionale iniziata con la visita alla Badia di Pattano. Immersi nei sentieri del Parco Nazionale del Cilento, i ragazzi di Cammini Bizantini ci hanno raccontato la loro esperienza, accompagnandoci fino a Fiume Freddo dove hanno sorpreso tutto il gruppo con con prelibatezze locali (caciocavallo, formaggio di capra, pane fatto in casa e dell’ottimo vino delle Cantine Barone).

Le attività si sono concluse lunedì 1 novembre, giornata dedicata alla riflessione collettiva e alla definizione di linee guida per far emergere da queste giornate di analisi esperienziale i punti di forza e di debolezza di questo territorio.

Ma non è finita qui: i partecipanti sono già al lavoro per le prossime tappe di BLOC Farm. L’obiettivo è quello di realizzare entro dicembre una “mappa di comunità” che verrà utilizzata come base su cui strutturare le proposte progettuali che verranno concretizzate nel primo semestre del 2022 prima con un percorso di formazione di 54 ore e poi  la riqualificazione di uno spazio a Castelunovo Cilento che diventerà sede di questo nuovo gruppo di giovani cilentani.

Tutte le attività saranno raccontate sui canali social di Bloc anzi saranno proprio i 13 partecipanti a farlo!